Cos’è il Pullman sospeso: nuova iniziativa solidale per gli ucraini

Un Pullman sospeso per portare via gli ucraini dagli orrori della guerra: questa è la nuova iniziativa solidale pensata a Milano. Ecco cos'è e come funziona.

pullman sospeso

Abbiamo imparato a conoscere la spesa sospesa, in tempi di Covid, e adesso, in coincidenza con il conflitto in Ucraina, c’è un’altra lodevole iniziativa, che porta il nome di Pullman sospeso, organizzata da Brigata Sanitaria Soccorso Rosso, Rete Fuori Mercato, Ya Basta Milano, Collettivo Kasciavit, Arci Grossoni, Camera del Non Lavoro, RiMaflow, Ri-Make, Casa del Popolo di Novate Milanese, Macao, Gruppo Porti Aperti e altre realtà milanesi.

Cos’è il Pullman Sospeso e come funziona

L’iniziativa consiste nel mettere a disposizione un pullman o un’auto da caricare con beni di prima necessità da portare in Ucraina, in un viaggio di andata e ritorno, con quest’ultimo che potrebbe portare nel nostro Paese nuovi profughi ucraini in fuga dalla guerra. Una vera e propria Carovana che partirà il 31 marzo e arriverà al confine tra Slovacchia e Ucraina: la fase solidale sarà ripartita in due fasi, con la consegna dei beni di prima necessità ai volontari presenti sul posto e con l’accoglienza nel viaggio di ritorno, per chi vorrà raggiungere Milano, con accoglienza negli spazi sociali della città nei primi giorni.

L’iniziativa si può alimentare facendo un bonifico intestato ad ADL Cobas Lombardia (Iban: IT 04 Q05 38 70 16 50 000 322 063 19), con causale: Carovana contro la guerra. Altrimenti è possibile partecipare alla campagna di crowdfunding disponibile sul sito Produzionidalbasso.com.

Exit mobile version