Mancano i medici di base a Cesano Boscone: pronta la mozione

vaccini medici di base

Continua la carenza di medici di base nei territori del milanese. Il consigliere comunale della Lega di Cesano Boscone, Gianluigi Monico, ha dunque presentato una mozione per attivare immediatamente i Ministeri competenti. “I medici di base rappresentano la spina dorsale del sistema sanitario nazionale, rappresentano il primo punto di riferimento e di assistenza per i cittadini. Per questo motivo bisogna porre una serie di misure per bloccare il drastico calo di medici che si sta verificando e invertire questa tendenza. Regione Lombardia ha fatto la sua parte”, ora la palla passa ai Ministeri.

Cesano Boscone notizie: la mozione di Monico per i medici di base

Con la mozione, spiega Monico, si richiede al sindaco e alla Giunta “un’attivazione tempestiva presso i Ministeri della Salute e dell’Università e della Ricerca, affinché vengano incrementati i finanziamenti per le borse di studio in medicina generale, riportandole almeno alla quota prevista per il triennio 2019/2022 e di anticipare la fine del corso di formazione del triennio 2018/2021, mantenendo inalterato il monte ore formativo”. Solo così 379 tirocinanti diventerebbero subito operativo nel giro di alcuni mesi. Si richiede inoltre una revisione dell’Accordo Collettivo Nazionale, “con l’introduzione di una premialità per i medici che, esercitando sia in forma singola sia associata, decidano di aumentare il proprio massimale”.

La Regione ha fatto la sua parte, continua Monico, attraverso l’istituzione del “tirocinio professionalizzante per consentire ai medici in formazione di concorrere all’assegnazione degli ambiti con carenze e riuscire ad assistere fino a 1.000 pazienti“. Il rischio è comunque alto, perché entro i prossimi 5 anni mancheranno 14 mila medici di base in Italia (di cui ben 4.167 nella sola Lombardia).

Exit mobile version